Cosa Fare Al Posto Dell Università?

Cosa studiare al posto dell’università?

Corsi di formazione riconosciuti dal Miur

  • Mobilità sostenibile;
  • Nuove tecnologie per la vita;
  • Nuove tecnologie per i prodotti Made in Italy;
  • Tecnologie innovative per i beni e le attività culturali-turismo;
  • Tecnologie dell ‘informazione e della comunicazione;
  • Efficienza energetica.

Cosa fare dopo il diploma senza università?

Cosa fare dopo il diploma: trova la tua strada

  • andare all’ università
  • fare un corso professionale come quelli degli Istituti Tecnici Superiori.
  • scegliere un corso dell’AFAM (Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica)
  • iniziare a lavorare.
  • prendersi un anno sabatico.

Quali lavori si possono fare senza una laurea?

Diventare ricchi senza laurea: i lavori meglio pagati Elettricisti, idraulici, gli stessi muratori sono molto richiesti sul mercato. Un altro settore che è in continua ascesa è quello della sartoria, dove i sarti specializzati nella creazione di abiti su misura riescono a guadagnare molti soldi.

Cosa significa laurea professionalizzante?

Le lauree professionalizzanti sono invece corsi di laurea veri e propri, che danno il titolo di dottore. Durano 3 anni (come le lauree di primo livello), ma non consentono di accedere direttamente ai corsi di laurea magistrale (nel caso si volesse proseguire, bisognerà prima svolgere degli esami integrativi).

You might be interested:  Quante Sono Le Università Italiane?

Che corsi possono fare dopo il diploma?

In quest’ultimo caso, oggi dopo il diploma ti si aprono 4 strade: l’Università, gli Istituti Tecnici Superiori, i percorsi AFAM e la formazione professionale. Dopo la Laurea: Scuola di specializzazione, Dottorato di Ricerca, Master

  • La Scuola di specializzazione.
  • Il Dottorato di ricerca.
  • Il Master.

Come capire cosa fare dopo la maturita?

Maturità … e dopo? 5 cose da fare post-diploma

  1. Create un blog.
  2. Fate esperienze di lavoro.
  3. Imparate una lingua con un corso post diploma.
  4. Volontariato.
  5. Fate qualcosa che non avete mai provato prima.

Cosa si può fare dopo il diploma?

Nel dettaglio, si tratta di:

  • Elettrotecnici;
  • Agenti assicurativi;
  • Tecnici elettronici;
  • Periti e agenti immobiliari;
  • Tecnici meccanici;
  • Meccanici collaudatori;
  • Disegnatori industriali;
  • Tecnici della gestione finanziaria;

Quali sono i lavori di oggi?

17 lavori meglio retribuiti per fare soldi

  1. Lavorare come project manager.
  2. Far soldi come web designer.
  3. Lavorare come programmatore di siti web.
  4. Diventare esperto di comunicazione online.
  5. L’esperto in lead-generation.
  6. Far soldi come Video reviewer.
  7. L’esperto di editing fotografico.
  8. Guadagnare con il copy editor.

Che tipo di lavoro posso fare?

Che lavoro fare? I mestieri senza laurea più quotati

  • Panettiere. Fare il pane è un’arte.
  • Falegname. Fare questo tipo di lavoro è sicuramente più faticoso che stare seduti in un ufficio dietro al pc.
  • Meccanico. Perché no?
  • Estetista.
  • Idraulico.
  • Chef de rang.
  • SEO ed esperto di Advertising sul web.
  • Camionista.

Quali sono le lauree più richieste?

Ricapitolando: domande frequenti

  • Ingegneria – 93,9%
  • Medico/ prof. sanitarie – 91,0%
  • Architettura – 90,1 %
  • Economico-statistico – 89,7%
  • Chimico-farmaceutico – 89,5%
  • Scientifico – 88,2%
  • Agraria e Veterinaria – 85,6%
  • Linguistico – 85,2%
You might be interested:  Spesso chiesto: Quali Università Ci Sono A Caltanissetta?

Cosa si può insegnare con la laurea triennale?

La laurea triennale non da accesso nè ad alcuna classe di concorso nè alle graduatorie per le supplenze, tranne nel caso del personale educativo che può svolgere supplenze con la sola laurea di primo livello in L-19/Scienze dell’educazione.

Quali sono le lauree triennali abilitanti?

Lauree abilitanti al traguardo per farmacisti, odontoiatri, psicologi e veterinari. In un secondo momento, la novità riguarderà anche le nuove lauree triennali professionalizzanti per le professioni tecniche per l’edilizia e il territorio, agrarie, alimentari e forestali, industriali e dell’informazione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *